Vita e opere di Manlio Scopigno: un filosofo in panchina

di Alessandro IACOBELLI Il 20 novembre 1925 in quel di Paularo, nella provincia del Friuli, nasce un ‘filosofo’. Il suo nome è Manlio Scopigno. Calcio e università sono le costanti che dominano nella sua mente. Con la famiglia si trasferisce a Rieti, luogo amato fino in fondo. Nella quiete dei territori della sabina Manlio indossa casacca e scarpini. Tre anni … Continue reading

La Lazio sul tetto d’Europa: quando lo United si inchinò alla new wave del calcio italiano

di Fabio Belli E’ successo in una notte di fine agosto. In un certo senso è stato un viaggio lungo cento anni, anche se mancavano ancora circa quattro mesi per festeggiare quel prestigioso compleanno. Neanche quindici anni prima, quegli stessi tifosi avevano imboccato l’autostrada in direzione opposta, verso Napoli, per scacciare un incubo chiamato Serie C/1 che, quasi sicuramente, avrebbe … Continue reading

Alessandro Iannuzzi, il fascino discreto della meteora

di Fabio Belli Ci sono giocatori destinati a lasciare il segno. Alcuni, campioni indimenticabili, ci riescono ovunque vanno, basti pensare a Zlatan Ibrahimovic e al suo straordinario record di dieci campionati vinti nelle ultime undici stagioni disputate, con sei casacche diverse, in quattro nazioni differenti. Ma i grandi campioni richiamano quasi sempre grandi squadre, e di conseguenza le grandi opportunità. … Continue reading

Roberto Baggio e quei due gesti valsi più di mille parole

di Enrico D’Amelio A volte le storie d’amore finiscono nel modo più triste. Distacchi che come pietra tombale mettono la parole fine a una simbiosi durata nel tempo, costellata di colpi di genio, gol, prodezze e assist a mandare in estasi una città intera. Per Firenze, nella seconda metà degli anni ’80, Roberto Baggio era l’enfant prodige. L’esile ragazzino venuto … Continue reading

Paolo Rossi: il destino di essere “Hombre del Partido”

di Fabio Belli Cosa si prova quando al termine di una salita impossibile, sfinente, infinita, il corridore o il ciclista sentono ridursi la resistenza dei pedali, vedono la discesa e capiscono di avercela fatta? E’ un cerchio che si chiude, un destino che si compie, una vittoria che si registra negli annali di una vita. In quel torrido pomeriggio di … Continue reading

Lo “scudetto di Grisù” e gli altri titoli fantasma

di Andrea Rapino “Lo scudetto di Grisù non ve lo ridanno più” è uno striscione con il quale i tifosi della Carrarese sbeffeggiavano gli spezzini per sminuire il titolo onorifico ricevuto nel 2002. In realtà la squadra dei Vigili del Fuoco La Spezia allenata da Ottavio Barbieri, tecnico cresciuto nella scuola genoana di William Garbutt, lo scudetto l’aveva vinto davvero. … Continue reading

La “maglia bandiera” della Lazio: futuristica e avvolta da un pizzico di mistero…

di Fabio Belli Nel mondo del calcio, le maglie possono essere considerate l’oggetto di culto per eccellenza. Ce ne sono certe però che restano più di altre nell’immaginario collettivo, diventando patrimonio della storia di un club prima, e poi veri e propri cimeli per i collezionisti del football poi. Nel 1982 le divise di gioco, immutabili segni distintivi di ogni … Continue reading

Il calciatore ed il poeta: l’amicizia tra Ezio Vendrame e Piero Ciampi

di Fabio Belli Il poeta e il calciatore, il poeta è il calciatore. Cambiando l’ordine degli… accenti, il risultato non cambia, se ci riferiamo alla storia personale di Ezio Vendrame, il “George Best” del Tagliamento, magnifico talento sprecato del calcio dei primi anni ’70 (ne abbiamo già parlato qui) e a quella della sua amicizia con un cantautore, Piero Ciampi, … Continue reading

Giuliano Fiorini ed il gol che salvò la vita alla Lazio… e non solo

di Fabio Belli Le storie di tutte le squadre di calcio del mondo sono costellate di gol importanti, alcuni fondamentali, pietre miliari nella vita del club. Reti che hanno regalato scudetti, trofei internazionali, derby, salvezze e promozioni, o sensazioni uniche a chi era allo stadio. Pochissimi club però possono legare una storia, al momento ultracentenaria, all’esito fortunato di una singola … Continue reading

Ezio Vendrame, autentico poeta del gol più fuori che dentro il rettangolo di gioco

di Fabio Belli Ma è proprio vero che una volta Ezio puntò la propria porta per protestare contro un pareggio già scritto, in una partita contro la Cremonese, e si fermò sulla linea causando però un infarto ad uno spettatore in tribuna? Ed è vero che quando i compagni di squadra non si smarcavano in zona d’attacco, polemicamente saltava a … Continue reading