C’era una volta la schedina: vita, miracoli e declino di un feticcio calcistico per eccellenza

di Valerio Fabbri Si parla spesso di come il calcio moderno abbia stravolto le nostre abitudini pallonare. Prima ci si riuniva al bar per commentare le partite in base alle cronache del lunedì. Poi subentrò la radio, che permetteva di fantasticare e sognare in diretta. Poi arrivarono le reti private e le dirette con commenti dagli studi televisivi, e il … Continue reading

Aleksandar Arangelovic: il bomber profugo di Cinecittà, idolo della Roma del dopoguerra

di Fabio Belli A Roma le ferite della seconda guerra mondiale, alla fine degli anni quaranta, si possono vedere agli angoli di tutte le strade. Dal centro crocevia di destini, fino alle periferie nelle quali si concentrano i pezzi di umanità che covano i dolori più profondi, gli abitanti della Città Eterna cercano disperatamente di ripartire aggrappandosi a brandelli di … Continue reading

Silvio Piola, alfiere del calcio eroico degli anni ’30, tra Parigi e le imprese nei derby romani

di Fabio Belli Sul dominio internazionale del calcio italiano negli anni ’30 si è parlato moltissimo, e spesso, soprattutto in relazione alle due vittorie nei Mondiali del 1934 e del 1938 della Nazionale azzurra, si è sottolineato come probabilmente anche presunti aiuti e le ingerenze politiche del regime fascista abbiano contribuito ad issare sul tetto del mondo il movimento calcistico … Continue reading

Mark Strukelj e quel quinto rigore mai battuto: ad undici metri di distanza dal diventare eroe per caso

di Fabio Belli Giocare una finale di Coppa dei Campioni per un calciatore può rappresentare l’apogeo di una carriera. Difficilmente ci si può passare per caso. Ma scorrendo il tabellino della finale dell’edizione 1984, quella che vide la Roma mancare in casa, per un solo rigore, un vero appuntamento con la storia, agli occhi dei non informatissimi salta sempre un … Continue reading