Čestmír Vycpálek, il sergente di ferro dall’animo buono

di Alessandro Iacobelli La Cecoslovacchia ha regalato al calcio mondiale talenti inestimabili. La lista infinita comprende anche la figura di Čestmír Vycpálek: giocatore ed apprezzabile allenatore del secolo scorso. Nato il 15 maggio del 1921 il buon Cesto, così scherzosamente soprannominato, lega tutti i pensieri e le aspirazioni ad un pallone tra i piedi. La scintilla scocca fin dal principio, … Continue reading

Alessandro Iannuzzi, il fascino discreto della meteora

di Fabio Belli Ci sono giocatori destinati a lasciare il segno. Alcuni, campioni indimenticabili, ci riescono ovunque vanno, basti pensare a Zlatan Ibrahimovic e al suo straordinario record di dieci campionati vinti nelle ultime undici stagioni disputate, con sei casacche diverse, in quattro nazioni differenti. Ma i grandi campioni richiamano quasi sempre grandi squadre, e di conseguenza le grandi opportunità. … Continue reading

Ezio Glerean, “l’uomo in più” del 3-3-4

di Fabio Belli Alla sua idea di calcio si è ispirato anche il regista Paolo Sorrentino per la sua opera prima, “L’uomo in più“. Il protagonista Antonio Pisapia, interpretato da Andrea Renzi, ex calciatore che rifiuta combine e fatica a reinserirsi nel mondo del calcio da allenatore, prova ad esportare la sua idea di football avveniristico, con gli attaccanti che … Continue reading

Francesco Statuto: quando Anthony Boggi gli tolse un peso dalle spalle…

di Enrico D’Amelio A volte la vita è come un film. Un momento, una decisione o una fatalità possono cambiare per sempre i nostri destini. Se Robert Anthony Boggi, arbitro della sezione di Salerno, ma nato a New York, non avesse convalidato il gol di Balbo nel derby di ritorno Roma-Lazio della stagione 1996/97, cosa ne sarebbe stato di Francesco … Continue reading

Ivan Helguera, il vero grande scheletro nell’armadio di Zeman. Altro che Cesar Gomez…

di Fabio Belli Nella stagione 1997/98 la Roma partiva in campionato con buone ambizioni. Sulla panchina giallorossa era arrivato Zdenek Zeman, esonerato pochi mesi prima dalla Lazio: il tecnico boemo era uno dei fautori più spregiudicati del calcio offensivo, e le aspettative erano grandi. Ma c’era una squadra da rifondare: nella stagione precedente era stata ottenuta a malapena la salvezza, … Continue reading