2002: Brasile-Germania 2-0. La finale delle finali e il ritorno del Fenomeno

di Fabio Belli Il Guerin Sportivo, “bibbia” italiana dello sport per eccellenza, li chiamò in una memorabile copertina “gli immondiali“. L’edizione asiatica, la prima di tutti i tempi fuori dal circuito Europa-America, riportò in effetti la rassegna iridata indietro di circa quarant’anni. Ovvero, a Cile 1962, quando arbitri, fattore campo e polemiche sull’organizzazione finirono con lo svilire lo spettacolo. A … Continue reading

1962: Brasile-Cecoslovacchia 3-1. Willy Schrojf, antieroe per caso

di Fabio Belli Non tutti i campionati del mondo di calcio sono uguali fra loro, e d’altronde sono proprio le edizioni ordinarie a rendere tali quelle memorabili. In alcuni casi l’eccezionalità viene sfiorata, ma non raggiunta: se nel 1934 l’Italia non avesse saputo reagire al gol cecoslovacco di Puč nell’ultimo quarto d’ora di gioco della finale, forse sarebbe stata la partita dello … Continue reading

1954: Germania Ovest-Ungheria 3-2. Il tramonto senza fine dell'”Arancycsapat”

di Fabio Belli L’Ungheria viene considerata la zona del crepuscolo del grande sogno europeo. Un vecchio adagio recita che i magiari si “divertono piangendo”, e che interiorizzano troppo i loro drammi, senza mai superarli davvero. E forse non è un caso che dopo il tramonto di quella che, da chi l’ha vista giocare, è ancora considerata la più grande squadra … Continue reading

Nawaf Al Abed, meno di tre secondi per il gol più veloce della storia

di Fabio Belli Un gol in due secondi, o qualche decimo in più: sembra impossibile ma è accaduto, sembra strano ma a volte i gol a freddo, sempre temuti dagli allenatori di tutto il mondo, arrivano molto più velocemente di quanto si pensi. La FIFA stila minuziosamente una graduatoria, nella quale il record del mondo viene costantemente monitorato e all’occorrenza … Continue reading