20 aprile 1986, Roma-Lecce: indagine su una partita al di sopra di ogni sospetto

di Fabio Belli Il fascino del calcio rispetto agli altri sport di squadra, è cosa abbastanza nota, consiste nella sua imprevedibilità. Difficilmente il pronostico può essere sovvertito quando il divario tecnico è troppo ampio: e così nel basket, nella pallavolo, nell’hockey e in tutte le altre discipline, si può assistere a finali olimpiche o lotte per il titolo all’ultimo sangue, … Continue reading

Roma-Liverpool: una notte di Coppe e di Campioni che per i tifosi giallorossi non è esistita davvero

di Enrico D’Amelio C’è chi dice che una sconfitta rimanga impressa nel corso del tempo più di una vittoria. L’ebbrezza del successo contiene il brivido del momento, mentre il lutto sportivo di una disfatta fatica ad esser metabolizzato dal fluire degli anni. Alcune volte non ne bastano più di 30 per abituarsi al ricordo di una fine mai accettata. Una … Continue reading

Josep Guardiola: vincente, mai banale

di Enrico D’Amelio Un suo storico rivale, Josè Mourinho, ha sempre sostenuto che “chi sa solo di calcio, non sa nulla di calcio”. Una frase sicuramente appropriata e calzante per far capire come anche in uno sport popolare, strumenti come cultura, apertura mentale ed esperienze di vita facciano la differenza per potersi distinguere dagli altri e raggiungere risultati superiori. In … Continue reading

Lazio-Bayern Monaco del 1974: Chinaglia contro Muller in una Coppa dei Campioni mai disputata

di Fabio Belli Pulici, Petrelli, Martini, Wilson, Oddi, Nanni, Garlaschelli, Re Cecconi, Chinaglia, Frustalupi e D’Amico da una parte. Maier, Hanser, Rohr, Schwarzenbeck, Beckenbauer, Kappelmann, Hadewicz, Durnberger, Muller, Hoeness e Wunder dall’altra. La prima è una formazione ben conosciuta dai tifosi della Lazio, quella dello storico primo scudetto del ’74. Il secondo è un gruppo entrato a pieno diritto nella … Continue reading

Alessandro Iannuzzi, il fascino discreto della meteora

di Fabio Belli Ci sono giocatori destinati a lasciare il segno. Alcuni, campioni indimenticabili, ci riescono ovunque vanno, basti pensare a Zlatan Ibrahimovic e al suo straordinario record di dieci campionati vinti nelle ultime undici stagioni disputate, con sei casacche diverse, in quattro nazioni differenti. Ma i grandi campioni richiamano quasi sempre grandi squadre, e di conseguenza le grandi opportunità. … Continue reading

1990: Germania Ovest-Argentina 1-0. Tris tedesco nel Mondiale delle mille storie

di Emiliano Storace Cinquantasei anni dopo l’edizione voluta fortemente da Benito Mussolini e dal regime nel 1934, il Mondiale di calcio tornava in Italia. Stavolta però ad attenderlo c’era un paese in grandissimo sviluppo, dove il calcio era una religione e la Serie A forse il campionato più bello del Mondo. Non si può certo dire che l’edizione numero 14 … Continue reading

1934: Italia-Cecoslovacchia 2-1 dts. Il record ineguagliabile di Luisito Monti

di Andrea Rapino Lothar Matthäus si gustò la sua bella rivincita nella notte magica dell’Olimpico, così come fece Ronaldo a Yokohama nel 2002. L’elenco di giocatori che hanno alzato al cielo la Coppa del Mondo al secondo tentativo è lungo. Nella lista ce n’è però uno solo che può vantare un record singolare. Ovvero, Luis Felipe Monti, centromediano classe 1901, … Continue reading

Ginulfi parò il rigore a Pelè, e “Zigo” si sentì di nuovo “O Rey”

di Fabio Belli Dietro la storia di “Zigo” che si crede meglio di Pelé c’è quella di Ginulfi che para un rigore a “O Rey”, come una matrioska di cialtronerie da bar che però, poi, scopri quasi per caso che sono vere. ‘Zigo’ è Gianfranco Zigoni, che a Roma in maglia giallorossa ha vissuto un capitolo di passaggio, per quanto … Continue reading

La “Fatal Verona”, da quarant’anni incubo rossonero

di Fabio Belli Nereo Rocco, Arrigo Sacchi e Massimiliano Allegri. Tre nomi di tecnici accomunati da un destino: quello di essere entrati nella storia del Milan grazie agli scudetti conquistati (ed anzi il “paròn” e il mago della zona hanno anche vissuto la consacrazione della Champions League), ma anche di essersi ritrovati di fronte a quella che per i tifosi … Continue reading

Roma-Gornik Zabrze: l’atroce beffa ai tempi della tv in bianco e nero…

di Fabio Belli Uno dei luoghi comuni che gravitano attorno al calcio, è ripetersi quanto la televisione abbia ucciso quella visione romantica del football di una volta. Le partite raccontate dalla radio gracchiante, giocate solo immaginate ma per questo pervase ancor di più da un alone mitico, il bianco e nero, l’attesa della domenica sera per qualche fugace minuto di immagini. … Continue reading

Giuseppe Giannini: quel pomeriggio a Foggia che forse cambiò la storia della Roma… ma non la sua

di Enrico D’Amelio Alcuni giocatori sono dei predestinati. Ogni tappa della loro carriera è scandita da una perfezione temporale che nemmeno il miglior regista sarebbe in grado di mettere in ordine. Esordio, primo gol, prima maglia azzurra, fascia da capitano. Tutte circostanze perfette, che incoronano precocemente come Campione un calciatore che più di ogni altro è destinato a lasciare un … Continue reading